Cara Chiara…

1.601 commenti

  • Rispondi aprile 27, 2016

    Barbara

    Cara Chiara,accompagna Francesco e Maria Gabriella in questi giorni che li separano dal loro matrimonio, tanto desiderato. Intercedi per loro affinché questo breve tempo sia meno travagliato, e più “leggero” rispetto alle difficoltà di questi ultimi mesi. Prega per Francesco e per il momento difficile che sta passando al lavoro. Intercedi per Maria Gabriella affinché abbia la Grazia di un figlio. Barbara

  • Rispondi aprile 24, 2016

    Chiara De Ceglie

    Chiara dolcissima,ho conosciuto la tua storia tempo fà e da subito sei divenuta per me,moglie e mamma,esempio luminoso da seguire.Ora che il Signore mi ha chiamata a seguirLo sulla Sua strada,ti chiedo di pregare per me,affinchè io possa aderire giorno per giorno alla Sua volontà.Ho risposto il mio Eccomi alla Sua chiamata,perchè nessuno mai potrà mai amarci come Egli ci ama. Solo Lui mi ha donato pace,amore e gioia,la Sua luce illumina il mio cammino. Ti chiedo di pregare per mio marito e mia figlia,che sono ancora lontani da Dio.Possa lo Spirito Santo illuminarli,affinchè possano incontrare anche loro Gesù.Ti voglio bene.

  • Rispondi aprile 22, 2016

    STEFANIA

    Cara Chiara, ho un’amica Mariangela che in grembo porta un bimbo, Gabriele di appena 19 settimane, il quale sembrava non potesse raggiungere meta’ aprile in vita… invece è ancora vivo. Confidiamo che possa avere il dono di poter crescere ancora un po’ per avere la grazia della vita terrena. Ti chiedo Chiara di intercedere per lui e la sua mamma. Grazie Chiara.

  • Rispondi aprile 22, 2016

    STEFANIA

    Cara Chiara, Gabriele è un bimbo nato pochi giorni fa, da subito in terapia intensiva senza poter aver contatto con i suoi genitori. Non si riesce a fare diagnosi per ora , è grave… sembra per lui non ci siano speranze di Vita… Ti chiedo di intercedere per Lui e per i suoi genitori… che sia Grazia e Letizia , qualunque sia la volonta’ di Dio. GRAZIE Chiara, confido in te… e umanamente spero nel miracolo della guarigione.

  • Rispondi aprile 22, 2016

    Tony

    Cara Chiara,
    un grazie di cuore e una lode al Signore per i tuoi sì al progetto di Dio per la tua vita che ti ha fatto un esempio così luminoso per tanti di noi che ci confrontiamo con l´amore sponsale, in particolare per me con le difficoltà del fidanzamento… Tu hai saputo, nel tuo fidanzamento, offrire quello che non capivi al Signore e Lui ha provveduto con la gioia più grande dell’Amore ritrovato e restituito a entrambi come dono! Che il Signore ci doni la grazia di vedere ogni giorno nelle piccole cose le grazie che ci manda, come è successo per te!

  • Rispondi aprile 21, 2016

    Ada

    Nutro per Chiara una gratitudine profonda.
    Riesco a scrivere grazie, soltanto grazie…

  • Rispondi aprile 19, 2016

    giulia

    Chiara, ti chiedo una preghiera per me…e per i miei discernimenti.
    Grazie di cuore

  • Rispondi aprile 19, 2016

    Rita

    Cara dolcissima Chiara, sono Rita e chiedo di intercedere per far ritornare la gioia nella mia famiglia, quella gioia di cui sei stata sempre testimone. Prega per noi. Grazie

  • Rispondi aprile 18, 2016

    Lisa

    Non so come rivolgermi. Se a Chiara, che da dove si trova sa senza leggere, o ai suoi cari, o a chi leggerà per caso. Ciao, sono Lisa, e in questo periodo forte ho “riscoperto” la figura di Chiara Corbella. Ho un percorso alle spalle nella gioventù francescana, che mi ha portato a partecipare alla giornata mondiale della gioventù di Colonia dove ho conosciuto quello che oggi è mio marito. Dopo più di un anno di matrimonio, finalmente scopro di essere incinta. Finalmente, perché problemi di salute del passato avrebbero potuto pregiudicare la mia fertilità. Giorni strani, settimane in cui capitano esperienze come quella delle sentinelle in piedi a cui partecipiamo con gioia, e un ritiro spirituale sulle catechesi dei sette segni nel Vangelo di Giovanni, di Fabio Rosini. Ma c’era una felicità che faticava a sbocciare, come se qualcosa mi trattenesse dal vivere in pienezza le prime settimane di maternità. Anche a mio marito sembrava mancasse qualcosa. All’ecografia della nona settimana scopriamo che non c’è il battito. Un aborto interno. La notizia non mi ha colto impreparata, anche se ha avuto l’effetto di un cumulo di macerie addosso. Continuando le catechesi sui sette segni, ho incontrato persone che mi hanno consigliato di leggere il libro di Chiara. Finalmente l’ho trovato, ricevuto, e letto. Lascio qui ciò che sento, cioè che Dio è grande e Chiara ed Enrico hanno avuto la benedizione di sperimentarlo fino in fondo, in tutte le sfumature che quest’esperienza riserva. Un abbraccio ad Enrico, e che Chiara possa parlare a Maria Santissima e invocarla per noi, che ancora lottiamo qui per raggiungere l’umiltà e la disposizione ad amare e lasciarsi amare a cui siamo chiamati. Spero di essere ad Assisi il 15 maggio, ne sento davvero il bisogno.

  • Rispondi aprile 7, 2016

    Marilena

    Carissima Chiara, ti ringrazio tanto per la tua presenza viva tra noi, specialmente nell’ultimo periodo per due circostanze che ho vissuto.
    Ho incontrato il tuo Enrico, tuo figlio Francesco ed i tuoi amici Simone e Cristiana a Lisbona (cittá in cui vivo con mio marito e mio figlio) durante la presentazione del libro “Siamo nati e non moriremo mai più”. Quell’incontro fú cosí intenso e mi provocó cosí tanto che dissi tra me: se un giorno dovessi avere una bambina la chiameró Chiara. Lo scorso Ottobre scopro di aspettare un bambino. Ero contentissima e subito mi é tornata in mente la sera della presentazione del libro, quindi dissi a mio marito, se sará femmina io la voglio chiamare Chiara, come Chiara Corbella Petrillo. Mio marito, contentissimo, disse subito di sí. A Febbraio, alla visita del 5º mese, il ginecologo mi dice, non ci sono dubbi é una bambina, poi mi chiede: come la chiamerete? Subito risposi: Chiara!
    Proprio a Febbraio, quando abbiamo realizzato che stavamo aspettando una piccola Chiara, mi accorgo che sul mio collo c’era qualcosa di strano. Faccio degli accertamenti, i primissimi risultati sono molto preoccupanti, si sospetta una brutta malattia. Inizia un lungo iter di visite e proprio in quei giorni penso sempre a te Chiara, perché sto vivendo le tue stesse esperienze: per me é prioritario assicurare la vita della mia bambina, devo essere forte per mio marito e per mio figlio, che ha soli 4 anni. In quei giorni gruppi di preghiera ci accompagnavano da tutta l’Italia e non solo. Nelle nostre preghiere chiedevamo la forza per stare davanti a quello che ci stava accadendo. Devo dire che dopo la paura dei primissimi giorni dopo ci siamo sentiti sereni.
    Poi a Marzo arriva una bella notizia, i risultati degli esami ci dicono che non dobbiamo preoccuparci, si tratta di una cosa benigna, che si puó rimuovere chirurgicamente, dopo il parto. In realtá, adesso posso capire quanto sia vera la frase “Siamo nati e non moriremo mai più”.
    Chiara, ho sentito tanto la tua presenza durante quei giorni tanto difficili e quando sento la mia piccola Chiara scalciare é come se tu volessi dirmi: “sono con te”. Molte cose che prima mi spaventavano e mi preoccupavano, adesso le vivo con molta serenitá pensando ai tuoi piccoli passi possibili.
    Grazie Chiara per la tua testimonianza di vita.
    Grazie ad Enrico, alla famiglia e agli amici di Chiara per tutto quello che state facendo, rendendo Chiara Corbella Petrillo una presenza viva tra noi.
    Marilena

  • Rispondi aprile 7, 2016

    Anna

    Cara Chiara,questo è un momento un po’di stanca,di fatica,di paure…io ti ho sempre in mente come una persona che non ha mai avuto paura e si é fidata anche quando le vicende della vita viste con occhi puramente umani sembravano davvero una congiura…Ti chiedo allora,cara amica in cielo,di sostenermi particolarmente in questo momento.Sai che dobbiamo prendere anche delle decisioni,sai cosa il mio cuore desidererebbe ma aiutami ad accettare i segni che Dio vorra’mandarci,qualunque essi siano,a discernere nella verità quale è la nostra strada e a riconoscerla con onestà e ad accettarla se si dimostrerà diversa da ciò che col cuore vorrei…Grazie amica cara,prega per tutti noi.

  • Rispondi aprile 4, 2016

    marina

    Carissima Chiara, se puoi, fai una preghiera per me. Come sai domani devo affrontare una prova difficile.

    Grazie

  • Rispondi aprile 1, 2016

    Emma

    Chiara, per me sei il più grande esempio di felicità e amore. Grazie!
    Grazie, perchè mi sei sempre vicina…

  • Rispondi marzo 25, 2016

    Letizia

    Cara Chiara,
    dopo tanto tempo torno a lasciare un messaggio qui. Tu sai che ti parlo spesso e ti penso ancora di più. Un desiderio alberga nel mio cuore: quello di saper vedere e sentire Gesù che mi parla, per poter imparare a seguirlo veramente. Ti chiedo di intercedere per me perchè Lui possa donarmi un cuore nuovo, capace di vedere e sentire e capace di accogliere ogni sua Grazia. In questo giorno in cui ho spedito la mia domanda per un concorso importante per il mio lavoro, ti chiedo di restare al mio fianco e di accompagnarmi in questo percorso affinchè, se è volontà di Dio, questo mio desiderio di entrare in ruolo diventi realtà. Tu che ami i bambini e che sai leggere i cuori delle mamme, anche quelle “spirituali”, aiutami ad essere una maestra “mamma”. Ti voglio bene Chiara.

  • Rispondi marzo 25, 2016

    Laura

    dolce carissima Chiara, prega tu per me, perché io non ne ho più la forza. Sono proprio stanca, tanto stanca. Stammi vicina in questo faticoso momento. Laura

  • Rispondi marzo 25, 2016

    Gabriella

    Ciao Chiara, come stai???? Che domanda buffa la mia….. Ti scrivo e tu sai perrchè, sono stanca, avvilita triste e delusa, e tu sai perchè.
    La mia salvezza e il mio soglievo è la Fede, è la preghiera, è la tua testimonianza, il coraggio che hai avuto, l’esempio di vita che ci hai lasciato. Vorrei essere un po’ come te. Sei grande, sei unica, sei tutto. Chiedo a Gesù di darmi la forza che non ho e alla Madonna di darmi il suo esempio. Sei nel mio cuore tutti i giorni, ti voglio bene. Lassù salutami e da un bacione a Samuele, dirgli di vegliare sempre su suo fratello quaggiù, di colmare le mie paure. Ti voglio bene Chiara, Buona Pasqua a te e a tutta la tua dolce e fantastica famiglia.
    Ciao Chiara.

  • Rispondi marzo 24, 2016

    Marco

    Chiara, sorella e amica mia. Come sai, da qualche settimana ho un’agendina su cui ti scrivo. Lo faccio perchè voglio tener traccia delle nostre “conversazioni”. Tu, in un modo o nell’altro, mi rispondi sempre. E allora mi sembra giusto conservare i pensieri che rivolgo a te perchè, se Dio vorrà donarmi dei figli con Francesca, loro devono conoscerti.
    Ma penso che sia doveroso condividere con questi nostri fratelli che ti scrivono e che tanto mi emozionano.
    Oggi è Giovedì Santo e avrei voluto studiare perché. ahimè, l’esame di lunedì non è andato. Avrei voluto, ma una calamita più forte mi ha attratto a sè. Ho guardato, un pò distrattamente in verità, alcuni video su YouTube riguardanti Carlo Acutis, Giulia Gabrieli e Chiara Badano. E sotto ognuno di loro, c’è sempre qualche video su di te. E allora ho prestato più attenzione. Ho aperto il cuore e gli occhi. E ho capito che devo dedicare questi Santi giorni al Signore. Tu mi fai capire quanto sia importante l’amore del Signore. Quanto sia immenso. Lo ricevo anche quando sento di non meritarlo. Francesca dice che sono speciale. Io non mi ci sento proprio così. Sbaglio e pecco. Ma Francesca mi ama sempre. Mi ama, mi fa sentire pienamente parte della sua vita e mi corregge quando sbaglio. E poi ci sono Chiara e Stefano che abbiamo conosciuto, sebbene ancora virtualmente, proprio grazie a te. Chiara, l’altro giorno, è venuta a trovarti e ci ha portati con sè nella preghiera. Quanta grazia ci doni!.
    Tempo fa, una mia amica, per giunta è nata il tuo stesso giorno, che sta intraprendendo la strada per consacrarsi al Signore e divenire suora, mi disse che lei aveva una sua “calamita” che le ha fatto capire la sua strada verso il Signore. Inizialmente non capivo cosa intendesse. Ora sì. Tu sei la mia calamita Chiara! Ti prego di continuare ad aprirmi gli occhi e a amare il mondo, nonostante le difficoltà e i momenti no. Intercedi sempre per Francesca e me, tu che sei la protettrice del nostro amore.

    • Rispondi marzo 24, 2016

      Elisa

      Marco, per me è lo stesso, con Chiara la mia vita è cambiata..il mio cuore si è aperto e anche io ho sentito da subito il bisogno di tenere un quadernino su cui scrivo i momenti in cui so che Chiara mi è vicina e mi accompagna lungo il sentiero che devo percorrere con il “mio” Marco (si chiama come te!)… mi è anche capitato di sognarla e quei sogni li custodisco nel cuore… Anche io questa settimana avrei dovuto studiare per un esame ma la mia testa è via…. spesso mi viene in mente Chiara… poi sono stata un mese fa a Madjugorje e la mia testa e rimasta in quella pace! Mi è successo anche l estate scorsa quando sono stata ad Assisi con Marco! In questi posti ci si sente davvero un po’ più vicini al cielo! Chiara proteggici sempre….sii la nostra luce che ci accompagna verso Dio! Grazie!

  • Rispondi marzo 22, 2016

    Virginia

    Ciao Chiara, ti ho scoperta per la prima volta a gennaio leggendo un libro che parlava di vari miracoli e il capitolo su di te era l’ultimo che mi mancava, leggendolo mi sono commossa, capivo il messaggio di cui era intriso ma pensavo “forse è troppo per me”, capivo che anche se privo di guarigioni era in grado di superare infinite volte tutti gli altri che mi avevano lasciata a bocca aperta. Già dopo pochi giorni ho iniziato a cercare notizie, foto, video su di te e la verità è che…mi hai completamente soggiogata. Il tuo amore per Enrico è così forte che mi porta a dire “se tutti amassero in questo modo,la separazione, i divorzi e le rotture non esisterebbero” e questo perché tu hai dimostrato che Amare significa aprirsi, totalmente, senza alcun limite. “E lei si è fatta sentire veramente tanto, come se ci volesse dire che lei era li, era li per noi..” quanta Luce si percepisce nelle tue parole sulla piccola Maria, quanta Gioia hai messo nel mio cuore dandomi la prova che in una promessa d’amore sincera non ci sono mai alternative o scelte di riserva e che queste anzi sono più che altro forme di amor proprio che di per se annulla in partenza il concetto base di amore. Il piccolo Davide poi da quello che mi è parso è stato il vero punto di svolta nell’accrescimento della fede tua e di Enrico. Lui così piccino ed indifeso, ha usato come unico scudo il suo amore, la sua tenerezza ed è riuscito a vincere il Golia che dormiva dentro di te. Ha abbattuto il Golia di chi sa trovare alternative dimostrando che anche un bimbo come lui, con una patologia a cui neppure i medici sanno dare un nome, non solo è degno di essere atteso e accolto, bensì degno di essere considerato un grande e prezioso Miracolo. Con Francesco poi arriva il momento della “grazia di vivere la Grazia”. Quale è questa Grazia? La tendenza spontanea a mettere da parte te stessa per amore di qualcun altro, il fermo sogno di amare fino all’ultimo e alla fine la capacità di essere Luce del mondo. La Luce è posta sul candelabro, perché quello è il suo luogo e che non vive per se stessa ma per gli altri che illuminati per mezzo di essa possono vivere una vita colma di brillantezza e di colori. È questo che offri a me e a tutti coloro che ti amano, offri tutti i colori compresi in un fascio di luce unitario annullando oscurità e grigiore. “La nostra festa non deve finire, non deve finire e non finirà ” è la canzone che canti al piccolo Francesco giorni prima del 13 giugno, ma una festa senza sorrisi e senza colori non è una vera festa, non solo, tu mi dimostri che una festa non la fa il festeggiato ma tutte le persone che questo Ama. ” È bello avere degli esempi di vita che ti dimostrano che si può pretendere il massimo della felicità già qui sulla terra con Dio come guida” allora grazie Chiara di essere diventata il più grande esempio di felicità , perfezione e amore che potessi desiderare. Ti voglio bene con tutto il mio cuore.

Lascia una risposta